Mercoledì 25 giugno è in programma una manifestazione contro il degrado e l’immigrazione, questa iniziativa non è stata rivendicata da nessun gruppo né comitato ma è chiara la posizione di stampo fascista.
L’istigazione all’odio e il dichiarare come colpevoli del degrado chi è più povero, l’ammettere la bandiera italiana come unico vessillo, sono già dei chiari indizi della vera natura di questa iniziativa. Se a questo aggiungiamo che il punto d’ incontro è indetto nei pressi dell’asso di bastoni, chiaro covo dei fascisti di Casa Pound, non ci possono più essere dubbi.
Ciò che è più grave è l’utilizzo di un episodio estemporaneo, un’aggressione anonima, come scusa per individuare nel migrante il capro espiatorio e così poter indire una ronda cavalcando il malcontento generale.

Ma sappiamo che i problemi del quartiere sono ben altri: le persone non riescono a pagare gli affitti o i mutui, i generi di consumo hanno raggiunto cifre esorbitanti e il degrado è dovuto all’incuria dei proprietari che mettono in affitto case fatiscenti per guadagnare di più. Dire che il degrado è colpa degli spacciatori extracomunitari è un metodo subdolo per sviare l’attenzione da chi è il vero responsabile: chi ci governa, le banche, i palazzinari e i fascisti che sono i loro complici.

I problemi si risolvono vivendo il quartiere, condividendo e conoscendo chi ci vive accanto, confrontandosi con “l’altro”, non chiudendosi in casa ma ad esempio prendendo una sedia e scendendo in strada per viversi la città e riappropriarsene; incontrarsi con chi, magari, vive al tuo fianco le stesse problematiche di vita e di sopravvivenza. Domani potresti essere tu quello senza casa e senza lavoro, il loro nemico…

Organizzarsi per scacciare i fascisti può essere il primo passo.

Torino Antifascista


IL VERO DEGRADO SONO LE RONDE – Mercoledì 25 giugno ore 19.00 appuntamento in Via Madama Cristina angolo Corso Dante

Top